Come creare una macchina virtuale e installare Ubuntu

Con macchina virtuale o virtual machine si intende un software che è in grado di simulare, attraverso un processo di virtualizzazione, il comportamento di una macchina fisica, cioè un PC o un server. La virtualizzazione è stata introdotta negli anni ’60, con lo scopo di poter dividere le risorse di sistema fornite da uno stesso PC.

Una macchina virtuale è un vero e proprio PC dove è possibile installare un sistema operativo e far eseguire programmi, server, middleware. In questo modo, per esempio, pur avendo un computer con Windows è possibile installare una versione di Linux. Esistono tanti software che permettono la creazione di macchine virtuali, vediamone alcuni.
  • KVM – Kernel Virtual Machine. È un programma open source per Linux
  • XenServer è un tool ottimizzato per la creazione di macchine virtuali su server
  • VMware Workstation Player è uno dei programmi più usati. Disponibile per Windows e Linux, ci sono due versioni, una free ed una a pagamento
  • VirtualBox è il programma che useremo per questa guida. È disponibile per Windows, Mac e Linux.

In questa guida mostreremo come installare Ubuntu Server su una macchina virtuale.

Requisiti minimi del sistema operativo

La prima cosa da fare è andare sul sito ufficiale di Ubuntu, nella sezione Downloads, e annotare quali sono i requisiti minimi richiesti del sistema operativo che vogliamo installare. Nel nostro caso li potete trovare cliccando sul seguente link.

Eseguita questa operazione possiamo scaricare e salvare il file ISO desiderato.

Scaricare e installare Virtual Box

Vai sul sito ufficiale di VirtualBox, clicca nella sezione Downloads e poi scegli la versione adatta al tuo sistema operativo (se utilizzi un PC Windows, dovrai scaricare la versione per Windows). Scarica e installa il programma.

Come creare una macchina virtuale

Facendo partire l’applicazione si aprirà una schermata come questa. Siamo pronti per creare la nostra prima macchina virtuale. In alto a sinistra è presente un pulsante, clicca su “Nuova” per iniziare.

Macchina Virtuale, configurazione, step 1
Fig. 1 - Configurazione della macchina virtuale

Settaggi della macchina virtuale

Nella seguente schermata dovremo specificare una serie di valori:

  • nome della macchina (example-name)
  • il tipo di sistema operativo (Linux)
  • la versione (64 bit)
  • quanta memoria RAM (1024 MB)
  • creazione di un disco fisso virtuale

e poi proseguiamo con “Crea”:

Macchina Virtuale, configurazione, step 2
Fig. 2 - Configurazione macchina virtuale

Disco virtuale

In questa parte decidiamo quanto devo essere grande il disco fisso virtuale. Lasciamo inalterati gli altri valori:

Macchina Virtuale, configurazione, step 3
Fig. 3 - Disco virtuale

Impostazioni

La nostra macchina virtuale è pronta. Possiamo vedere l’icona con il nome che abbiamo scelto nella colonna di sinistra del programma. La selezioniamo e poi clicchiamo su “Impostazioni”. Si aprirà un’altra schermata con una serie di opzioni. Clicchiamo su “Sistema”, poi su “Processore” e aumentiamo il numero di processori da uno (valore di default) a due.

Macchina Virtuale, configurazione, step 4
Fig. 4 - Impostazioni macchina virtuale

Poi clicchiamo su “Rete” nel menu a sinistra. Nella sezione “Connessa a” scegliamo Scheda con bridge. Il nome sotto compare in automatico e dipende dalla vostra scheda di rete.

Macchina Virtuale, configurazione, step 5
Fig. 5 - Impostazioni rete

Primo avvio, scelta del sistema operativo

Selezioniamo la macchina virtuale che vogliamo utilizzare e clicchiamo su “Avvia”. Si aprirà una schermata che ci permetterà di scegliere il file ISO che abbiamo scaricato precedentemente.

Macchina Virtuale, installazione Ubuntu Server
Fig. 6 - Selezione del sistema operativo

Clicchiamo su “Avvia” ed apparirà la prima schermata per l’installazione di Ubuntu

Macchina Virtuale, installazione Ubuntu, scelta lingua
Fig. 7 - Installazione di Ubuntu

a questo punto non rimane che seguire l’installazione guidata per ultimare il processo. Alla fine avremo una versione perfettamente funzionante di Ubuntu sul nostro PC.

Potrebbe interessarti

OpenLink Virtuoso: come si installa su Ubuntu

Open Link Virtuoso - Fontistoriche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su