Biblioteche digitali

La Fondazione Biblioteca Europea di Informazione e Cultura (fondazione di Partecipazione, riconosciuta il 6 febbraio 2004) promuove, forma e diffonde espressioni della cultura e dell’arte, perseguendo finalità di istruzione ed educazione attraverso la realizzazione e la gestione della Biblioteca Europea di Informazione e Cultura. Nel 2007 la Fondazione BEIC, insieme al Dipartimento di italianistica e dello spettacolo dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, ha avviato un progetto di raccolta e digitalizzazione di tutti gli incunaboli italiani in lingua volgare.

Le collezioni digitali della Biblioteca Nazionale di Spagna.

I contenuti digitalizzati dalla Biblioteca Nazionale di Napoli.

La Digital Public Library of America è una biblioteca digitale statunitense nata nel 2013 con l’intento di unificare in un solo portale l’accesso a risorse digitalizzate da diverse istituzioni. Comprende collezioni di libri, immagini e materiale d’archivio di varia natura.
Oltre a essere una raccolta di risorse digitali e di strumenti di ricerca, il progetto si configura come una piattaforma aperta per lo sviluppo di applicazioni da parte di partner commerciali e non profit. I contenuti di DPLA sono di pubblico dominio con licenza Creative Commons CC0. Inoltre il portale fornisce API (Application programming interface) che rendono possibile il riutilizzo dei dati e delle risorse contenute.

Europeana è una biblioteca digitale europea che riunisce contributi già digitalizzati da diverse istituzioni dei 28 paesi membri dell’Unione europea in 30 lingue.

Gallica è la biblioteca digitale della Biblioteca nationale di Francia.

La biblioteca elettronica di Horti Hesperidum accoglie testi di interesse storico-artistico dall’antichità al contemporaneo. Un progetto editoriale così vasto risponde alle diverse attività di ricerca condotte all’interno della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” in stretto rapporto con i programmi didattici del Corso di laurea magistrale in Storia dell’arte (Dipartimento di Studi letterari, filosofici e di Storia dell’arte) e della Scuola di dottorato in Beni culturali e Territorio.

Internet Archive è una biblioteca digitale non profit che ha lo scopo dichiarato di consentire un “accesso universale alla conoscenza”.

Le collezioni digitali della Biblioteca del Congresso USA.

Aggiornato quotidianamente, Libweb attualmente rende disponibili, in formato digitale, più di 8000 pagine tratte dalle collezioni delle biblioteche di 146 paesi.

La biblioteca digitale del Qatar.

Le collezioni digitali della Biblioteca nazionale del Regno Unito.

Le collezioni digitali della Biblioteca di New York.

Nel 1623 Papa Gregorio XV trasferì i volumi della Biblioteca Palatina all’interno del Vaticano. Dopo secoli di separazione, con la digitalizzazione, torna di nuovo insieme la collezione di volumi medievali e moderni: circa 3.000 manoscritti latini e tedeschi.

Progetto mondiale dell’UNESCO, che rende disponibile, in un unico sito, materiali che raccontano la cultura dei paesi di quasi tutto il mondo.