Archivi digitali

Il sito propone un accesso guidato al mondo della cultura italiana. Grazie a soluzioni informatiche innovative, raccoglie ed organizza milioni di informazioni sulle risorse che compongono il ricco universo culturale del paese, mettendole a disposizione degli utenti della Rete.

Cataloghi e collezioni digitali delle bilioteche italiane.

La collezione riunisce 219 cataloghi storici, a volume e a schede, di 37 biblioteche italiane appartenenti al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, a Enti locali e a Istituti di cultura, per un totale di 6.843.454 immagini. Considerando le particolari caratteristiche di questa raccolta di dati, per poter accedere a tutte le informazioni disponibili in rete, si consiglia di fare prima la ricerca bibliografica nei cataloghi SBN.

Online Coins of the Roman Empire (OCRE), è un progetto congiunto dell’American Numismatic Society e dell’Istituto per lo studio del mondo antico presso la New York University, è un nuovo strumento rivoluzionario progettato per aiutare nell’identificazione, catalogazione e ricerca delle monete risalenti all’Impero Romano. Un corpus digitale facile da usare, con voci di catalogo scaricabili, che incorporano oltre 43.000 tipi di monete.

Il Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche, noto con l’acronimo SIUSA, si propone come punto di accesso primario per la consultazione e la ricerca del patrimonio archivistico non statale, pubblico e privato, conservato al di fuori degli Archivi di Stato.
In esso sono descritti: i complessi archivistici con le loro articolazioni; i soggetti (enti, persone e famiglie) che hanno prodotto la documentazione nello svolgimento della loro attività; i soggetti che conservano gli archivi; gli strumenti di ricerca e bibliografici utilizzati per la redazione delle descrizioni.
Sono inoltre presenti schede di carattere generale che forniscono informazioni storiche, istituzionali ed archivistiche utili per la comprensione del contesto degli oggetti descritti.

L’Archivio Storico Capitolino conserva principalmente fonti storiche sulla città di Roma ed il suburbium comprese tra il XII ed il XX secolo. Sono state digitalizzate le raccolte bibliografiche della Biblioteca Romana, i periodici e i quotidiani dell’Emeroteca. Tra le fonti più importanti: l’Archivio Orsini ed il Liber Statutorum. Urbis. Sono inoltre presenti piante e vedute del Lazio, un archivio fotografico e l’Archivio Savorgnan di Brazza.